Cogliere l'occasione - Unicredit lancia un piano per il settore agroalimentare del Sud

L’istituto di credito destina alle regioni meridionali un budget di 1 miliardo in tre anni: 500 milioni alla Campania, 400 milioni da erogare in Puglia, 80 milioni in Calabria e 20 per la Basilicata. Inoltre, per informare imprese agricole e agroalimentari delle opportunità offerte, Unicredit ha avviato un roadshow: da Cardito, in provincia di Napoli, passando per tutte le più importanti città del Sud.
Oggetto degli incontri sarà la presentazione del Progetto “Coltivare il futuro”, che è frutto dell’accordo tra UniCredit e ministero delle Politiche agricole (Mipaaf) finalizzato a sostenere gli investimenti e favorire l’accesso al credito delle imprese del settore agroalimentare, con una dote complessiva di 6 miliardi.

‹‹L’agroalimentare è uno dei settori di eccellenza al Sud e può offrire importanti opportunità di crescita all’economia locale – ha affermato Elena Goitini, Direttore Regionale Sud di UniCredit. Sono circa 400 mila i lavoratori del settore nelle regioni del Sud continentale, con previsioni di incremento per l’anno in corso. Anche il valore aggiunto del settore è in crescita nel Mezzogiorno, con un picco in Campania dove nell’ultimo anno si è attestato a +6,9% e con previsioni positive anche per l’anno in corso. Tuttavia sono ancora troppo sottodimensionate e ciò costituisce un limite da superare».

Si parte da un’analisi dell’andamento del comparto in ciascuna regione al fine di adottare strumenti su misura.

La Basilicata nel 2015 ha registrato un valore aggiunto di 465 milioni, in crescita del 3,2% e con una previsione di crescita stabile anche per il 2016. La forza lavoro impiegata è di 29mila unità, e si prevede una crescita nel 2016 dell' 1,5% . Allargando il discorso all'intera filiera agroalimentare, si registra nel 2015 un incremento delle esportazioni del 22% (83 milioni), trainate in particolare dalle esportazioni alimentari che nel 2015 sono crescite del 39%.

Unicredit vara un piano da 1 miliardo per l’agroindustria del Sud

Il Progetto ”Coltivare il futuro” si fonda essenzialmente su alcuni pilastri: erogazione di nuova finanza per sostenere progetti e investimenti delle imprese del settore agroalimentare, formazione e lo sviluppo delle conoscenze. UniCredit lancerà presto un Agribond, dedicato alle impese della filiera agricola.

Dà il via inoltre a una “Agri-Business School”. Infine, nasce “Value for Food”, iniziativa congiunta di UniCredit, Cisco Systems Italy (azienda leader nelle tecnologie del digitale) e Penelope Spa (azienda napoletana leader in tecnologia e know-how per il digitale nell’Agri-Food) che punta a finanziare e realizzare programmi di evoluzione tecnologica delle aziende agroalimentari.